timbro_made_in_monchio_delle_corti_75x75.png
Sei qui: Home Lavoro, attività, impresa Contributi ai comuni delle aree interne: ripartizione, termini, rendicontazione
Messaggio
  • Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per maggiori informazioni clicca su Cookie policy

Contributi ai comuni delle aree interne: ripartizione, termini, rendicontazione

PDF  Stampa  E-mail 

Contributi ai comuni delle aree interne: ripartizione, termini, rendicontazione

Il DPCM 24 settembre 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, reca ripartizione, termini, modalità di accesso e rendicontazione dei contributi ai comuni delle aree interne, a valere sul Fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022

E' stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n.302 del 4 dicembre, il DPCM 24 settembre 2020 che definisce, per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022, le modalità di ripartizione, i termini, le modalità di accesso e di rendicontazione dei contributi ai comuni, a valere sul "Fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali".

Riparto

I contributi sono assegnati ai comuni tenendo conto della quota stabilita in relazione alla dimensione demografica degli enti ed in base a criteri di perifericità, nelle misure indicate nell'allegato 1.

Il contributo assegnato a ciascun comune, per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022, è  riportato nell'allegato 2.

Azioni

I comuni possono utilizzare il contributo di cui all'art. 2 per la realizzazione di azioni di sostegno economico in favore di piccole e micro imprese, anche al fine di contenere l'impatto dell'epidemia da COVID-19, come individuate dalla raccomandazione 2003 361/CE della Commissione, del 6 maggio 2003, che:

  • a) svolgano attività economiche attraverso un'unità operativa ubicata nei territori dei comuni, ovvero intraprendano nuove attività economiche nei suddetti territori comunali;
  • b) sono regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese;
  • c) non sono in stato di liquidazione o di fallimento e non sono soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo.

Le azioni di sostegno economico possono ricomprendere:

  • a) erogazione di contributi a fondo perduto per spese di gestione;
  • b) iniziative che agevolino la ristrutturazione, l'ammodernamento, l'ampliamento per innovazione di prodotto e di processo di attività artigianali e commerciali, incluse le innovazioni tecnologiche indotte dalla digitalizzazione dei processi di marketing on-line e di vendita a distanza, attraverso l'attribuzione alle imprese di contributi in conto capitale ovvero l'erogazione di contributi a fondo perduto per l'acquisto di macchinari, impianti, arredi e attrezzature varie, per investimenti immateriali, per opere murarie e impiantistiche necessarie per l'installazione e il collegamento dei macchinari e dei nuovi impianti produttivi acquisiti.

Monitoraggio

Il monitoraggio dei contributi è obbligatorio ed è effettuato attraverso il sistema della Banca dati unitaria presso il MEF (SimonWEB).

Pubblicazione online - trasparenza

I comuni assegnatari sono tenuti a rendere nota la fonte di finanziamento, l'importo assegnato e la finalizzazione del contributo assegnato nel proprio sito internet, nella sezione «Amministrazione trasparente».

Ultimo aggiornamento ( Martedì 15 Dicembre 2020 14:18 )
 
timbro_made_in_monchio_delle_corti_75x75.png